Molto prima che i primi dinosauri apparissero sulla Terra, il nostro pianeta ha vissuto un intenso episodio di glaciazione. Era 466 milioni di anni fa (Ma): i mari iniziarono a congelare ai poli e le temperature scesero drasticamente in tutto il mondo. La causa di questa era glaciale era finora sconosciuta, ma un nuovo studio riguarda la polvere dallo spazio.

Uno scontro tra Marte e Giove

L'atmosfera terrestre è sempre stata piena di polvere: ceneri vulcaniche, sabbia del deserto o persino sale marino galleggiano in tutto il mondo. E materiali dello spazio, frammenti di asteroidi, meteoriti o comete completano questo elenco. Normalmente, circa 40.000 tonnellate di questi detriti extraterrestri arrivano sulla Terra ogni anno. Un importo che avrebbe potuto essere moltiplicato per 1.000 o addirittura 10.000 quando un asteroide largo circa 150 km si è rotto (presumibilmente durante un impatto con un altro corpo galleggiante) tra Marte e Giove, quindi ci sono 466 Ma Durante i due milioni di anni che seguirono, la Terra ricevette una colossale quantità di particelle da questo evento che causò la glaciazione del pianeta, afferma un team di ricerca internazionale guidato dall'Università di Lund, in Svezia .

Queste scogliere in Svezia sono composte da rocce sedimentarie che un tempo erano sott'acqua e la grigia linea orizzontale indica la presenza di polvere dalla collisione tra due asteroidi 466 milioni di anni fa. Credito: Field Museum, Philipp Heck.

Per confermare la loro ipotesi, gli scienziati hanno cercato indizi di questa collisione spaziale in antiche rocce terrestri dello stesso periodo in Svezia e in particolare hanno studiato scogliere sedimentarie in cui una linea scura corrisponde alla data della distruzione del asteroidi. Le analisi effettuate indicano che questa linea è composta da polvere contenente in particolare isotopi di elio e metalli rari, che confermano un'origine extraterrestre.

Un raffreddamento piuttosto benefico

Circondando la Terra, la polvere di asteroidi ha filtrato la luce del Sole, diminuendo la quantità di calore che raggiunge la superficie, causando un raffreddamento duraturo. Ma questo calo delle temperature è stato diffuso per un periodo abbastanza lungo da consentire alla vita di adattarsi e persino beneficiare di queste nuove condizioni, affermano gli scienziati nel loro studio pubblicato sulla rivista Science Advances . Molte nuove specie, principalmente marine e alcune piante non acquatiche, apparvero in questo periodo chiamato Medio Ordoviciano. Questo è il caso dei trilobiti, artropodi marini, che hanno sperimentato radiazioni evolutive durante questo episodio glaciale.

Rappresentazione di un fossile di trilobite di mezzo ordoviciano. Credito: Birger Schmitz

Se questo cambiamento climatico è stato proficuo per il pianeta, è perché si è diffuso nel corso di milioni di anni ed è stato fatto gradualmente, al ritmo dell'arrivo della polvere dallo spazio. Gli asteroidi hanno già causato cambiamenti climatici molto più bruschi con conseguenze catastrofiche. Ciò è particolarmente vero per l'impatto che ha portato alla scomparsa dei dinosauri 66 milioni di anni fa. E altri hanno anche aumentato il clima: Yarrabubba, che ha colpito l'Australia circa 2, 2 miliardi di anni fa, probabilmente ha contribuito a sollevare la Terra dal mondo. Glaciazione huroniana. Il globo fu quindi completamente coperto di ghiaccio e la vita bloccata sott'acqua.

Molto prima che i primi dinosauri apparissero sulla Terra, il nostro pianeta ha vissuto un intenso episodio di glaciazione. Era 466 milioni di anni fa (Ma): i mari iniziarono a congelare ai poli e le temperature scesero drasticamente in tutto il mondo. La causa di questa era glaciale era finora sconosciuta, ma un nuovo studio riguarda la polvere dallo spazio.

Uno scontro tra Marte e Giove

L'atmosfera terrestre è sempre stata piena di polvere: ceneri vulcaniche, sabbia del deserto o persino sale marino galleggiano in tutto il mondo. E materiali dello spazio, frammenti di asteroidi, meteoriti o comete completano questo elenco. Normalmente, circa 40.000 tonnellate di questi detriti extraterrestri arrivano sulla Terra ogni anno. Un importo che avrebbe potuto essere moltiplicato per 1.000 o addirittura 10.000 quando un asteroide largo circa 150 km si è rotto (presumibilmente durante un impatto con un altro corpo galleggiante) tra Marte e Giove, quindi ci sono 466 Ma Durante i due milioni di anni che seguirono, la Terra ricevette una colossale quantità di particelle da questo evento che causò la glaciazione del pianeta, afferma un team di ricerca internazionale guidato dall'Università di Lund, in Svezia .

Raccomandato Scelta Del Redattore