THARSIS . La cupola di Tharsis su Marte è una delle formazioni geologiche più impressionanti nel sistema solare. Ora copre un altopiano di 5000 km di diametro, circa 12 km di spessore e ospita quattro imponenti vulcani tra cui il Monte Olimpo che si erge a 21 km sopra il livello di riferimento marziano. La formazione di quest'area, iniziata 3, 7 miliardi di anni fa, ha profondamente cambiato l'aspetto di Marte: lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Nature da un team francese del CNRS con la collaborazione di un ricercatore dell'Università dell'Arizona.

Un'oscillazione da 20 a 25 gradi

Sotto il peso della lava e delle scorie respinte dai vulcani di Tharsis (circa 1 miliardo di miliardi di tonnellate!), Il mantello e la crosta di Marte oscillavano letteralmente attorno al suo nucleo. " Un po 'come girare la carne di un'albicocca attorno al suo nucleo", confronta Sylvain Bouley dell'Università di Parigi-Sud. Questo spostamento si è verificato da 3 a 3, 5 miliardi di anni fa e ha profondamente cambiato la superficie marziana. Il Pianeta Rosso, che si è formato come il resto delle stelle del sistema solare circa 4, 5 miliardi di anni fa, ha offerto durante il primo miliardo di anni della sua vita un paesaggio molto diverso da quello che mostra Oggi.

POLI . Secondo i modelli realizzati da Sylvain Boulay e dai suoi colleghi, la superficie marziana ha oscillato da 20 a 25 ° sotto l'effetto della massa della cupola di Tharsis, portandola nella sua posizione attuale, praticamente sull'equatore. Prima di questa rotazione, Marte ruotava attorno a due poli spostati di una ventina di gradi rispetto agli attuali poli. Questa ipotesi spiega la presenza di tracce di ghiacciai e ghiaccio sotterraneo lontano dai punti freddi di oggi ma nella posizione in cui si trovavano prima della grande inclinazione. Di seguito, l'aspetto del pianeta Marte durante il primo miliardo di anni della sua esistenza:

Credito: Didier Florentz

La topografia di Marte prima dell'inclinazione consente anche di studiare il clima primitivo del pianeta. Per un miliardo di anni, il Pianeta Rosso ha avuto un clima freddo e un'atmosfera più densa rispetto ad oggi, con un accumulo di ghiaccio in aree che corrispondono alle fonti dei fiumi oggi asciutti. Questi fiumi iniziarono a prosciugarsi prima che la crosta si ribaltasse. Il periodo in cui l'acqua liquida scorreva su Marte doveva estendersi tra 4 e 3, 5 miliardi di anni fa, molto prima di quanto immaginato finora. Un prezioso pezzo di informazione per astronomi e ingegneri che stanno preparando le prossime missioni marziane il cui obiettivo principale è scoprire tracce della vita passata.

Raccomandato Scelta Del Redattore