Amazon, gigante della vendita online, è interessato ai negozi fisici, gli stessi che ha contribuito a uccidere. Il video promozionale di Amazon Go aveva causato molto rumore alla fine di dicembre 2016. In solo 1 minuto e 50, Amazon stava difendendo un modello di supermercato privo di cassieri, senza coda e pagamento automatico, senza nemmeno bisogno di scansiona gli articoli. Il concept store è attualmente accessibile solo ai dipendenti dell'azienda al 2131, 7th Avenue a Seattle (una seconda versione aperta al pubblico dovrebbe vedere la luce nel 2017). Con quale tour de force si libera dai casi? L'azienda ha sapientemente mantenuto il mistero delle tecnologie utilizzate nel suo progetto pilota, attraverso tre parole chiave delle più vaghe: apprendimento profondo (apprendimento automatico profondo), visione computerizzata (visione artificiale) e fusione dei sensori . Ma i brevetti pubblicati dalla ditta possono fornire alcuni indizi. Cosa spiegare il funzionamento del negozio pilota nell'illustrazione interattiva sopra.

Il video pubblicato da Amazon alla fine del 2016: molto promo, poco concreto.

Quando i brevetti chiariscono l'incertezza tecnologica

Fino ad ora, la principale tecnologia per smaterializzare la gestione dell'inventario era chiamata RFID (per l'identificazione delle radiofrequenze). Facili da distribuire attraverso tag dotati di piccoli chip elettronici, i tag RFID sono utilizzati in particolare per i dispositivi antifurto (il cicalino suona quando passa un portale di sicurezza), identifica i prodotti del magazzino sugli scaffali e facilita il La gestione dell'inventario, anche per contare gli articoli alla cassa, una tecnologia implementata in Francia in particolare dal negozio Decathlon dal 2014. Già nel 2006, IBM era anche a conoscenza del concetto di un supermercato senza cassieri (vedi video sotto). sotto) ... ma l'ho immaginato sulla base dell'RFID. Pertanto, i primi tentativi di spiegazione si sono naturalmente rivolti all'identificazione radio, prima che Amazon facesse un rifiuto formale.

BREVETTI. Nessuna identificazione radio dei prodotti su Amazon Go, quindi ... ma videocamere abbinate ad algoritmi di visione artificiale ( computer vision ) supportati dal deep learning, per identificare prodotti e clienti. Due dei brevetti registrati rispettivamente nel 2013 e 2014 dalla società sono informativi. Il primo, "Rilevazione dell'interazione e del movimento degli articoli", descrive un sistema in grado di associare una lista della spesa a un utente in base agli oggetti campionati o accantonati, essendo la lista aggiornato come e quando. Il secondo, "Transizione degli articoli dalla struttura di movimentazione dei materiali", mostra come il passaggio del portale di uscita può automatizzare il pagamento. "Quando l'utente entra o esce da una zona di transizione, i prodotti raccolti vengono automaticamente destock, senza necessità di intervento umano", spiega il testo del brevetto.

Estratti dal brevetto Transizione degli articoli dall'impianto di movimentazione dei materiali ", arricchito dalla società di consulenza IDTEchEx

Sensori. In queste circostanze, come può Amazon identificare ogni prodotto e ciascun utente in tempo reale e garantire che le telecamere (montate a parete o a soffitto) non abbiano punti ciechi? È qui che entra in gioco quello che lei chiama " Sensor Fusion ", per confermare l'intervento dell'utente da una seconda informazione. "Ad esempio, un sensore di pressione o peso può essere utilizzato per rilevare quando un prodotto viene rimosso o aggiunto allo scaffale, viene spiegato il primo brevetto e l'intervento di un utente può essere distinto da un altro prodotto (nota: ad esempio, un prodotto che cade su un altro) grazie ai sensori a infrarossi ". Un campo di ricerca su cui Amazon sembra inoltre in piena assunzione. I brevetti suggeriscono anche che i microfoni possono essere utilizzati per tracciare i movimenti dei clienti.

Ma i sensori non sono tutto: l'esperienza sviluppata da Amazon in termini di raccomandazioni personalizzate per gli ordini online dà un vantaggio. L'apprendimento profondo applicato alla storia degli ordini precedenti avrebbe quindi anticipato i prodotti aggiunti al paniere fisico secondo le sue abitudini. "Se il sistema di gestione dell'inventario non è in grado di determinare se il cliente ha raccolto un piatto di ketchup o senape, può decidere la cronologia degli ordini precedenti in quel negozio o in altri negozi per decidere ", specifica il secondo brevetto.

I robot e il futuro del lavoro

Per l'azienda, è comunque un'opportunità per valutare le tecnologie logistiche di gestione dell'inventario sviluppate per anni per i suoi magazzini e centri di spedizione ... e potenzialmente rivendere questo concetto di negozio a grandi franchising al dettaglio, seguendo un modello simile al suo approccio in abbonamento ad Amazon Web Services nel cloud . Da lì a fatturare, forse, questi servizi ai negozi fisici in futuro ...

PRODUTTIVITÀ. Il modello di supermercato automatico di Amazon, che libera i cassieri, potrebbe essere una manna per i supermercati, raggiungendo margini dal 20 al 40 percento, secondo la società di consulenza citata da New York Post, rispetto alla media dell'1, 7% raggiunta dal settore statunitense. Questo progetto mette in discussione la questione della tassazione del lavoro di algoritmi e robot e del futuro del lavoro in una società sempre più digitale.

Raccomandato Scelta Del Redattore