TRASPARENZA E FLUORESCENZA . Questo è un piccolo risultato che questa squadra giapponese dell'Istituto Nazionale di Genetica di Shizuoka ha realizzato. Un tuffo diretto nel cervello di una patatina di pesce zebra messo in contatto con un paramecio (una preda appetitosa per l'argomento di studio!). Gli scienziati hanno filmato l'attività dei suoi neuroni in tempo reale e in condizioni quasi naturali.

Una larva con un corpo naturalmente traslucido

La larva del pesce zebra consente questo tipo di esplorazione in vivo perché gran parte del suo corpo è traslucido. Nella rivista Current Biology, gli autori descrivono come sono stati in grado di accedere ai pensieri profondi dei pesci: grazie a GFP, proteine ​​fluorescenti verdi. Hanno creato un GFP specifico e pesci geneticamente modificati per esprimerlo nei neuroni della loro area visiva.

Utilizzando un microscopio elettronico a fluorescenza, i ricercatori possono osservare la produzione di GFP nelle cellule nervose del cervello e quindi monitorare la sua attività. Hanno eseguito una serie di esperimenti per stimolare i processi visivi dei pesci. Un primo con un punto luminoso che imita una preda virtuale e un secondo con parametri fissi o liberi.

Nel video qui sotto possiamo vedere che è il lobo opposto all'occhio che vede la preda attivata, un risultato atteso dai ricercatori.

In futuro, gli scienziati sperano di osservare e mappare l'attività neuronale completa del pesce zebra, in particolare durante l'esecuzione di compiti complessi come l'apprendimento.

Raccomandato Scelta Del Redattore