Per raggiungere i milioni di persone infette dall'epatite B, i ricercatori statunitensi hanno sviluppato una patata geneticamente modificata che contiene un vaccino contro il virus dell'epatite. Al momento esiste un vaccino per iniezione, ma nei paesi in via di sviluppo non è sempre facile da usare: è costoso e deve essere mantenuto fresco. Hugh Mason, ricercatore presso la Cornell University, ha sviluppato una forma commestibile di vaccino che può essere utilizzata in qualsiasi parte del mondo. Il vaccino per iniezione ha un basso livello di antigene prodotto dal lievito e Mason ha modificato la patata per produrre questo antigene. Gli esperimenti sui roditori sono stati conclusivi: i topi hanno prodotto anticorpi. Tuttavia, i ricercatori ritengono che sarà necessaria una risposta più forte negli esseri umani. Il team di Hugh Mason è alla ricerca di un partner industriale per sviluppare il proprio progetto, ma le preoccupazioni del pubblico sugli OGM hanno reso i produttori molto cauti in questo settore. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, 350 milioni di persone sono infettate dall'epatite B in tutto il mondo. È una malattia virale a trasmissione sessuale che può portare al cancro del fegato.
Raccomandato Scelta Del Redattore