I 204 casi di influenza per 100.000 abitanti registrati nella settimana dal 17 al 23 dicembre dalla rete Sentinelles mostrano l'inizio dell'epidemia di influenza in Francia. I dati confermati dal Sanitary Watch Institute indicano che il superamento della soglia epidemica (174 casi per 100.000 abitanti) questa settimana potrebbe portare alla dichiarazione dell'epidemia la settimana prossima.

È praticamente due mesi prima dell'ultima epidemia (iniziata nel febbraio 2012) che arriva l'influenza stagionale. Secondo i GROG, tre tipi e sottotipi di influenza A (H1N1), A (H3N2) e B circolano insieme, anche se non si può dire quale sarà dominante quest'anno .

Le persone che non sono ancora state vaccinate possono ancora farlo, in particolare quelle a rischio: le persone con più di 65 anni e quelle che soffrono di alcune malattie croniche, comprese quelle respiratorie e cardiache. Per non parlare delle poche misure di buon senso per ridurre il rischio di contagio: lavaggio delle mani, uso di tessuti monouso e isolamento nei primi giorni della malattia.

I netizen possono contribuire

Per il secondo anno, gli utenti di Internet di età superiore ai 18 anni possono registrarsi e partecipare alla sorveglianza dell'influenza sul sito GrippeNet.fr. Dopo la registrazione, ogni dichiarante riceverà un questionario completo ogni settimana composto da un elenco di sintomi semplici. Le risposte vengono immediatamente analizzate e contribuiscono in tempo reale alla sorveglianza dell'influenza in Francia.

Questo nuovo sistema di sorveglianza è stato istituito nell'ambito del progetto Epiwork europeo, che mira a monitorare e modellare le epidemie. Diversi paesi (Australia, Belgio, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito o Svezia) dispongono già di strumenti di sorveglianza simili a cui partecipano circa 40.000 soggetti europei.

Raccomandato Scelta Del Redattore