Ricercatori tedeschi hanno appena creato una cellula microbica in grado di produrre dieci volte più elettricità di un batterio. Questa scoperta potrebbe servire come una "nuova batteria" per i dispositivi cardiaci.

Uwe Schröder e i suoi colleghi dell'Università Ernst Moritz Arndt di Greifswald hanno sviluppato una cellula che cattura l'energia prodotta dai batteri Escherichia coli durante la combustione degli zuccheri.

Nella fermentazione anaerobica degli zuccheri di E. coli si produce idrogeno, un elemento chimico noto come combustibile del futuro. È la reazione tra idrogeno e ossigeno che produce elettricità. Tuttavia, secondo Uwe Schröder, questo fenomeno all'origine della loro scoperta non spiega tutto. I ricercatori ritengono che i batteri possano alimentare direttamente l'anodo negli elettroni.

Fino ad ora, in laboratorio, sono stati utilizzati anodi metallici, la cui efficienza viene rapidamente annullata dall'agglomerazione / accumulo dei prodotti di fermentazione. Per ovviare a questo problema, il team di Uwe Schröder ha rivestito l'anodo di platino con un polimero, chiamato poliammina, che ha rallentato la formazione del deposito. Questo composto potrebbe anche avere la proprietà di promuovere la fornitura di elettroni da parte dei batteri. Ogni 20 minuti, gli impulsi elettrici consentono di pulire l'anodo, il che rende la cella utilizzabile per diverse ore di seguito. I ricercatori hanno ottenuto risultati simili ma meno spettacolari usando i lieviti.
Raccomandato Scelta Del Redattore