Dopo due giorni di feroci incendi, il Libano piange foreste bruciate dalla cenere a sud di Beirut. Gli incendi hanno colpito da lunedì 14 ottobre le aree abitate e hanno causato danni significativi alle infrastrutture, la stampa locale deplora un disastro ecologico. Centinaia di incendi sono scoppiati lunedì e l'incendio si è diffuso rapidamente, minacciando le aree residenziali con venti caldi, specialmente nel Chouf, una delle principali aree colpite dal massiccio Iqlim al-Kharroub.

Con le prime piogge della stagione, gli incendi sono stati controllati martedì sera, secondo il ministro degli Interni Raya el-Hassan, sebbene mercoledì mattina alcuni incendi siano stati segnalati dall'agenzia di stampa libanese ufficiale in alcune aree. Gli incendi, che da lunedì hanno distrutto diversi ettari di aree boschive, hanno minacciato le aree popolate e spinto le autorità a chiedere aiuto all'estero, sono tra "i più gravi che hanno toccato il Libano", secondo il quotidiano inglese The Stella del giorno .

"Devastation at Damour", a sud di Beirut, scrive il giornale sotto una foto in uno che mostra una collina ridotta in cenere. "Più di 100 focolai dichiarati sul territorio libanese lunedì e martedì", ha detto il giornale citando il direttore generale della Protezione civile, Raymond Khattar. "Sono stati colpiti diversi chilometri quadrati: l'incendio si è spostato da una collina all'altra a causa dei forti venti", ha detto martedì.

"Ceneri del Libano": la stampa nazionale piange le sue foreste

Nel quotidiano di lingua francese L'Orient-Le Jour, "Le ceneri del Libano", potresti leggere, accompagnato da una foto di alberi in fiamme nel mezzo della foresta che mostra "danni colossali" e "aree boschive importanti" parti in fumo " . Un'altra foto, questa volta di un paesaggio grigio di una foresta ridotta in cenere, è uno dei quotidiani più antichi del paese, An-Nahar, che recita "Il Libano carbonizzato verde" con una X sul aggettivo "verde", una parola spesso usata per descrivere questo paese famoso per le sue montagne boscose.

Un altro dei principali quotidiani del paese, Al-Akhbar, porta una foto di un albero divorato dalle fiamme con il titolo "La prima pioggia", in riferimento a quello di martedì. Gli incendi hanno ucciso da lunedì due persone in Siria e una in Libano.

Il Libano piange le sue foreste, devastate da incendi devastanti

Elicotteri all'avanguardia immobilizzati

Sui social network, i netizen libanesi hanno denunciato il fatto che le autorità non sono state in grado di utilizzare elicotteri acquisiti nel 2009 per combattere gli incendi, sempre più ricorrenti nel paese con il riscaldamento globale.

Funzionari ed ex funzionari chiedono l'apertura di un'indagine, altri citano una possibile mancanza di fondi per la manutenzione dei dispositivi. Ma il costo della "manutenzione non è importante rispetto a quello del fuoco", ha detto l'ex ministro dell'Interno Ziad Baroud, citato da The Daily Star. Questo non è niente in confronto a ciò che stiamo vedendo "oggi.

Raccomandato Scelta Del Redattore