Le stelle di neutroni sono l'ultimo stadio dell'evoluzione di molte stelle enormi dopo la loro esplosione di supernova. Rappresentano una forma molto concentrata di materia: la massa di una stella di neutroni supera quella del Sole, per una dimensione non superiore a poche decine di chilometri di raggio. Alcune stelle di neutroni sono animate da una rapida rotazione e inviano nello spazio a intervalli regolari esplosioni di radio e radiazioni X: gli astrofisici le chiamano pulsar.

Le pulsar più massicce

È una tale stella che è stata scoperta grazie al radiotelescopio di Green Bank, West Virginia, negli Stati Uniti. La pulsar J0740 6620 si trova a 4.600 anni luce dalla Terra e ha caratteristiche quasi impossibili. Una massa di 2, 17 volte quella del Sole contenuta in una sfera di 20-30 chilometri di diametro. È la stella di neutroni più densa mai scoperta: un campione delle dimensioni di un pezzo di zucchero estratto da questa stella peserebbe sulla Terra circa 100 milioni di tonnellate! L'oggetto è stato scoperto durante una campagna di rilevamento delle onde gravitazionali e la sua massa poteva essere calcolata perché faceva parte di un sistema binario; orbita attorno a una nana bianca. L'analisi degli effetti gravitazionali delle due stelle ha permesso di determinarne le caratteristiche.

Una stella che avrebbe potuto collassare su se stessa

Gli scienziati che pubblicano la loro scoperta sulla rivista Nature Astronomy credono che questa stella sia quasi al limite di massa per una tale stella, con alcune tonnellate di materiale aggiuntivo, sarebbe stato troppo denso per rimanere stabile e sarebbe crollato su se stesso per formare un buco nero. Sperano che la loro analisi possa aiutare a comprendere meglio questi tipi di oggetti che sono ancora molto misteriosi.

Raccomandato Scelta Del Redattore