"Quest'anno abbiamo costruito il nostro primo impianto commerciale, in grado di catturare fino a 1.000 tonnellate di CO 2 all'anno, che non è ancora nulla di fronte alle sfide del cambiamento climatico, che si misura in gigatonnellate, ma siamo pronti ad affrontare la sfida del ridimensionamento ", ha affermato Christoph Gebald, direttore di Climeworks in Svizzera. Climeworks, dell'Istituto Federale Svizzero di Tecnologia di Zurigo (ETH), ha sviluppato aspirapolvere che raccolgono CO 2 nell'aria e non a fonti di emissione come i camini delle fabbriche.

Il "Davos dei geek"

Questi moduli, che si riferiscono ai condizionatori d'aria sui tetti degli edifici ma delle dimensioni di un'auto, sono stati installati sul tetto di un inceneritore di rifiuti a Hinwil, nel cantone di Zurigo. La CO 2 raccolta viene quindi venduta a un'azienda agricola, che la reinietta nelle sue serre per accelerare il processo di fotosintesi. Climeworks è stata una delle aziende presenti all'incontro annuale di start-up e investitori che è il Web Summit. Il "Davos dei geek" aveva per la prima volta reso l'ambiente uno dei suoi temi, mentre la conferenza annuale delle Nazioni Unite sul clima, aperta in Germania per cercare di avanzare su un'implementazione di l'accordo di Parigi concluso nel 2015.

Presentata come una delle soluzioni più efficaci per ridurre le emissioni di CO 2 da centrali elettriche a carbone e siti industriali, la cattura e lo stoccaggio del carbonio rimangono molto limitati, poiché questa tecnologia rimane costosa. "Al momento, ci sono solo cinque aziende nel nostro campo e lavoriamo in modo collaborativo piuttosto che competitivo, perché c'è abbastanza carbonio per tutti", afferma Gebald, che ha fondato l'azienda. su Climeworks otto anni fa.

Fondata nel 2005 in un'azienda vinicola in Nuova Zelanda, LanzaTech prevede inoltre di iniziare a fare soldi con la tecnologia che consente di "prendere l'inquinamento per realizzare nuovi prodotti", ha dichiarato la direttrice ambientale, Freya Burton. "Stiamo costruendo i nostri primi due siti commerciali, uno in Cina e un altro in Belgio", dove le emissioni di CO2 degli impianti siderurgici saranno convertite in combustibile da un processo di fermentazione causato da un batterio. lei ha specificato. "I nostri prodotti avranno lo stesso costo dei carburanti alternativi più economici già presenti sul mercato", ha affermato Burton.

Rivoluzione sostenibile

Questi nuovi processi possono contribuire al fatto che il commissario europeo per la Scienza e l'innovazione, Carlos Moedas, ha presentato l'economia circolare e non è più lineare: "Lo spreco di un settore deve diventare la materia prima per alcuni qualcos'altro " . "Probabilmente stiamo affrontando la più grande sfida della nostra generazione, che è quella di mantenere vivo questo pianeta e la tecnologia svolgerà un ruolo molto importante", ha dichiarato il capo del Summit Web Paddy Cosgrave.

Giovedì a capo di tre giorni di conferenze davanti a circa 15.000 persone, l'ex vicepresidente degli Stati Uniti Al Gore ha affermato che la tecnologia ambientale avrebbe rivoluzionato il pianeta. "Quelli di voi che stanno costruendo società tecnologiche in grado di aumentare i nostri livelli di efficienza energetica e ridurre le emissioni di carbonio, possono avere un impatto maggiore di chiunque altro al mondo", ha affermato. . "Il nostro mondo è sull'orlo di una rivoluzione duratura della grandezza della rivoluzione industriale, ma alla velocità della rivoluzione digitale", ha dichiarato il vincitore del premio Nobel per la pace del 2007, che ha appena pubblicato un nuovo film dieci anni fa. dopo il suo documentario pugno 1 reazione

Raccomandato Scelta Del Redattore